Deepmoji – Potranno le emoji aiutare le macchine a comprendere meglio?

Secondo i ricercatori del MIT, sì. E non potrebbe essere diversamente.

Le emoji, le iconcine che tutti noi utilizziamo quando scriviamo una qualche frase su un qualunque social network, convogliano un contenuto anch’esse. Questo contenuto può cambiare il senso della frase che precede l’icona che abbiamo pubblicato.

Ad esempio, se io scrivessi: “Il treno è in ritardo! Perfetto!!!”, la macchina potrebbe non comprendere il mio sarcasmo. Se invece, io inserissi, dopo la frase, una emoji arrabbiata, tutto avrebbe immediatamente più senso.

Per questa ragione, al MIT, si sono inventati Deepmoji, un progetto di analisi del sentimento basato su Deep Learning. Per dare vita a Deepmoji i ricercatori hanno raccolto 55 miliardi di post su Twitter, selezionando tra questi circa un miliardo e duecento milioni di tweet già corredati di due o più emoji tra le 64 più popolari. Dal campione ottenuto sono così uscite altrettante frasi già abbinate alle relative faccine, che dovrebbero fornire agli algoritmi del sistema un’idea sul contenuto emotivo dei messaggi.

È possibile anche usare Deepmoji: io l’ho provato e devo dire che ha indovinato molto spesso!

Please follow and like us:
No Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

News
PathAI: 60 milioni di euro per identificare le malattie gravi

La startup statunitense PathAI ha sviluppato una piattaforma basata su intelligenza artificiale il cui obiettivo è la diagnosi e la classificazione delle malattie gravi. Poco fa hanno chiuso un round (series b) di investimento grazie al supporto dei fondi di venture capital General Atlantic, General Catalyst e altri. Negli ultimi …

News
Intelligenza Artificiale al servizio dell’agricoltura

TensorFlow, la libreria open source di Google Brain per la creazione di applicazioni basate su intelligenze artificiali, è stata utilizzata dai ricercatori del laboratorio PlantVillage dell’Università Penn State e dall’Istituto Internazionale dell’Agricoltura Tropicale (IITA) per permettere agli agricoltori africani di diagnosticare celermente malattie sulle piantagioni di manioca, dando loro così …

News
Google scioglie il suo panel sull’etica dell’intelligenza artificiale

Dopo solo 10 giorni dall’annuncio della sua formazione, Google ha da poco comunicato che l’ATEAC, il panel composto da 8 esperti di intelligenza artificiale, è appena stato sciolto. La ragione pare sia legata ad una protesta avanzata dai dipendenti dell’azienda relativa ad uno degli otto componenti, Kay Coles James. Tale …

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial