Google e impianti eolici: +20% grazie al Machine Learning

News

Non sappiamo ancora se l’intelligenza artificiale ci ruberà il lavoro, se annienterà gli esseri umani o se i robot ci isoleranno in un parco giochi mentre loro si preoccuperanno di portare avanti la baracca…

Però sappiamo che Google, grazie al Machine Learning, riesce a prevedere con discreta precisione l’intensità del vento nelle successive 36 ore.

Questo, combinato alla capacità di prevedere la domanda e alle efficienze di processo strettamente correlate al Machine Learning, fanno sì che il valore in dollari per MWh generato sia il 20% in più. Un incremento di assoluto rispetto.

Insomma, mentre l’umanità ancora si interroga (a volte a ragione) sulle implicazioni di questo forte sviluppo tecnologico, non bisogna dimenticarsi che, tutto sommato, essere più efficienti conviene e non poco.

https://deepmind.com/blog/machine-learning-can-boost-value-wind-energy/

Please follow and like us:
No Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

News
PathAI: 60 milioni di euro per identificare le malattie gravi

La startup statunitense PathAI ha sviluppato una piattaforma basata su intelligenza artificiale il cui obiettivo è la diagnosi e la classificazione delle malattie gravi. Poco fa hanno chiuso un round (series b) di investimento grazie al supporto dei fondi di venture capital General Atlantic, General Catalyst e altri. Negli ultimi …

News
Intelligenza Artificiale al servizio dell’agricoltura

TensorFlow, la libreria open source di Google Brain per la creazione di applicazioni basate su intelligenze artificiali, è stata utilizzata dai ricercatori del laboratorio PlantVillage dell’Università Penn State e dall’Istituto Internazionale dell’Agricoltura Tropicale (IITA) per permettere agli agricoltori africani di diagnosticare celermente malattie sulle piantagioni di manioca, dando loro così …

News
Google scioglie il suo panel sull’etica dell’intelligenza artificiale

Dopo solo 10 giorni dall’annuncio della sua formazione, Google ha da poco comunicato che l’ATEAC, il panel composto da 8 esperti di intelligenza artificiale, è appena stato sciolto. La ragione pare sia legata ad una protesta avanzata dai dipendenti dell’azienda relativa ad uno degli otto componenti, Kay Coles James. Tale …

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial