Google scioglie il suo panel sull’etica dell’intelligenza artificiale

News

Dopo solo 10 giorni dall’annuncio della sua formazione, Google ha da poco comunicato che l’ATEAC, il panel composto da 8 esperti di intelligenza artificiale, è appena stato sciolto.

La ragione pare sia legata ad una protesta avanzata dai dipendenti dell’azienda relativa ad uno degli otto componenti, Kay Coles James. Tale componente, infatti, pare aver una posizione marcatamente anti-transessuali e dubbiosa relativamente ai cambiamenti climatici.

A questo proposito, ancora prima dell’annuncio della cancellazione del panel da parte di Google, Luciano Floridi, uno degli otto componenti, nonché Professore di Filosofia ed Etica dell’Informazione all’università di Oxford, mostrò i suoi dubbi relativamente alla nomina di Kay Coles James con un post su Facebook.

“Chiedere la sua partecipazione è stato un grave errore e passa un messaggio sbagliato sulla natura e sugli obiettivi dell’intero progetto ATEAC. Da un punto di vista etico, Google ha valutato male cosa significhi avere una visione rappresentativa in un contesto più ampio.”

Il Professore, continua poi mostrando come sia stato consigliato, dai suoi colleghi e amici più stretti, a rassegnare le dimissioni. Non lo fece, poiché: “Preferirei che Google non avesse mai chiesto a Kay Coles James di partecipare al panel. Ma poiché l’ha fatto e dal momento che lo ha chiesto anche a me, dovrò moltiplicare i miei sforzi e, per quanto mi è possibile, supportare la voce della ragione e della conoscenza e promuovere la tolleranza e il mutuo rispetto delle scelte personali e delle diversità umane”.

Please follow and like us:
No Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

News
Il futuro dell’AI passerà attraverso moli di dati più piccole?

Come tutti sappiamo, nel recente passato decine e decine di reti neurali sono state addestrate con montagne di dati. Tuttavia, come è noto ai più, queste reti presentano problemi quando devono focalizzarsi su casi limite. Essendo casi limite, infatti, hanno portato un contributo minore nell’addestramento delle stesse reti. Sono famosi, …

News
Spiegare l’ouput di una rete neurale? Ci pensa “Activation Atlases” di OpenAI

Riuscire a spiegare perché una rete neurale abbia dato una certa risposta anziché un’altra è uno dei principali problemi di questo genere d’approccio. Finché si tratta di identificare gattini all’interno di fotografie, potrebbe non essere un problema, ma pensate se si trattasse di diagnosticare un tumore oppure di erogare un …

News
UNICT – Machine learning: parte un nuovo corso di studio

Ha preso il via in questi giorni, al dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Catania, la seconda edizione del corso di studio in Machine Learning tenuto dal prof. Giovanni Maria Farinella e incentrato sulle tecnologie di Deep Learning, oggi considerate alla base dell’Intelligenza Artificiale. Il corso, offerto agli studenti dell’Ateneo, …

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial