Google scioglie il suo panel sull’etica dell’intelligenza artificiale

News

Dopo solo 10 giorni dall’annuncio della sua formazione, Google ha da poco comunicato che l’ATEAC, il panel composto da 8 esperti di intelligenza artificiale, è appena stato sciolto.

La ragione pare sia legata ad una protesta avanzata dai dipendenti dell’azienda relativa ad uno degli otto componenti, Kay Coles James. Tale componente, infatti, pare aver una posizione marcatamente anti-transessuali e dubbiosa relativamente ai cambiamenti climatici.

A questo proposito, ancora prima dell’annuncio della cancellazione del panel da parte di Google, Luciano Floridi, uno degli otto componenti, nonché Professore di Filosofia ed Etica dell’Informazione all’università di Oxford, mostrò i suoi dubbi relativamente alla nomina di Kay Coles James con un post su Facebook.

“Chiedere la sua partecipazione è stato un grave errore e passa un messaggio sbagliato sulla natura e sugli obiettivi dell’intero progetto ATEAC. Da un punto di vista etico, Google ha valutato male cosa significhi avere una visione rappresentativa in un contesto più ampio.”

Il Professore, continua poi mostrando come sia stato consigliato, dai suoi colleghi e amici più stretti, a rassegnare le dimissioni. Non lo fece, poiché: “Preferirei che Google non avesse mai chiesto a Kay Coles James di partecipare al panel. Ma poiché l’ha fatto e dal momento che lo ha chiesto anche a me, dovrò moltiplicare i miei sforzi e, per quanto mi è possibile, supportare la voce della ragione e della conoscenza e promuovere la tolleranza e il mutuo rispetto delle scelte personali e delle diversità umane”.

Please follow and like us:
No Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

News
PathAI: 60 milioni di euro per identificare le malattie gravi

La startup statunitense PathAI ha sviluppato una piattaforma basata su intelligenza artificiale il cui obiettivo è la diagnosi e la classificazione delle malattie gravi. Poco fa hanno chiuso un round (series b) di investimento grazie al supporto dei fondi di venture capital General Atlantic, General Catalyst e altri. Negli ultimi …

News
Intelligenza Artificiale al servizio dell’agricoltura

TensorFlow, la libreria open source di Google Brain per la creazione di applicazioni basate su intelligenze artificiali, è stata utilizzata dai ricercatori del laboratorio PlantVillage dell’Università Penn State e dall’Istituto Internazionale dell’Agricoltura Tropicale (IITA) per permettere agli agricoltori africani di diagnosticare celermente malattie sulle piantagioni di manioca, dando loro così …

News
BNL: rimanere competitivi? Possibile anche grazie all’intelligenza artificiale

In una recente lettera ai sindacati e all’ABI, Andrea Munari, amministratore delegato di BNL, scrive: «Le condizioni congiunturali, anche del nostro Paese, continuano a incidere negativamente sulla capacità di sviluppo reddituale delle banche italiane e, in questo ambito, della BNL. Tra i fattori «di forte attenzione e di incertezza» Munari …

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial