Huawei Track AI: un device per riconoscere i disturbi visivi nei bimbi

News

Secondo le stime dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, in tutto il mondo sono circa 19 milioni i bambini affetti da problemi alla vista. Molto spesso si tratta di patologie prevenibili o curabili, diagnosticate però in ritardo e causando, perciò, diversi problemi. Per contribuire a salvaguardare la vista dei bambini, Huawei ha collaborato con DIVE Medical e IIS Aragon per ideare Track AI, un dispositivo basato su Intelligenza Artificiale in grado di individuare i primi segni di disturbi visivi nei più giovani.

Nei bambini che soffrono di disturbi visivi i movimenti delle pupille sono diversi dalla norma. Il software è in grado di monitorarli durante vari test, ottenendo così dei dati che possono essere elaborati da particolari algoritmi. In futuro, questo processo consentirà di rendere più semplice e rapida la diagnosi delle patologie oculari. Grazie alle funzionalità della piattaforma open-source TensorFlow di Google, di Huawei HiAI e del chip Kirin 980 (dotato di IA), la tecnologia Track AI può creare un sistema di machine learning su smartphone. Al momento la nuova tecnologia è ancora in fase di sviluppo, ma il lancio di un suo prototipo è previsto per la fine del 2019, a cui seguirà una più ampia diffusione nel 2020.

Please follow and like us:
No Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

News
Il futuro dell’AI passerà attraverso moli di dati più piccole?

Come tutti sappiamo, nel recente passato decine e decine di reti neurali sono state addestrate con montagne di dati. Tuttavia, come è noto ai più, queste reti presentano problemi quando devono focalizzarsi su casi limite. Essendo casi limite, infatti, hanno portato un contributo minore nell’addestramento delle stesse reti. Sono famosi, …

News
Spiegare l’ouput di una rete neurale? Ci pensa “Activation Atlases” di OpenAI

Riuscire a spiegare perché una rete neurale abbia dato una certa risposta anziché un’altra è uno dei principali problemi di questo genere d’approccio. Finché si tratta di identificare gattini all’interno di fotografie, potrebbe non essere un problema, ma pensate se si trattasse di diagnosticare un tumore oppure di erogare un …

News
UNICT – Machine learning: parte un nuovo corso di studio

Ha preso il via in questi giorni, al dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Catania, la seconda edizione del corso di studio in Machine Learning tenuto dal prof. Giovanni Maria Farinella e incentrato sulle tecnologie di Deep Learning, oggi considerate alla base dell’Intelligenza Artificiale. Il corso, offerto agli studenti dell’Ateneo, …

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial