Schindler: gli ascensori diventano smart grazie a machine learning e analytics

News

Schindler rilascia Schindler Ahead, una piattaforma digitale progettata per rendere smart ascensori e scale mobili. Il progetto è stato sviluppato in partnership con Huawei, che ha sviluppato il gateway per raccogliere i dati da tutti i sensori di bordo, e General Electric che ha agganciato piattaforma cloud Predix, che assicura la gestione dei big data e degli analytics.

In buona sostanza l’obiettivo di Schindler Ahead, come ha raccontato l’Amministratore Delegato e Direttore Generale di Schindler Italia Angelo Fumagalli, è «analizzare in tempo reale i dati provenienti dagli impianti connessi per rilevare in anticipo potenziali anomalie e correggerle rapidamente, spesso anticipando un possibile disservizio».

I tecnici incaricati dell’assistenza sono in grado di ricevere, quindi, segnalazioni continue sul funzionamento, riuscendo spesso ad arrivare sul posto prima ancora che l’utente si sia reso effettivamente conto del guasto. Gli stessi proprietari e amministratori di immobili, attraverso app dedicate, possono controllare in tempo reale lo stato dei propri impianti e avere accesso immediato a dati operativi, commerciali e di performance.

Per maggiori informazioni su Schindler Ahead, consultare il sito https://www.schindler.com/it/internet/it/servizi-post-vendita/schindler-ahead.html oppure il sito ufficiale https://www.schindler-ahead.com/

Please follow and like us:
No Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

News
Il futuro dell’AI passerà attraverso moli di dati più piccole?

Come tutti sappiamo, nel recente passato decine e decine di reti neurali sono state addestrate con montagne di dati. Tuttavia, come è noto ai più, queste reti presentano problemi quando devono focalizzarsi su casi limite. Essendo casi limite, infatti, hanno portato un contributo minore nell’addestramento delle stesse reti. Sono famosi, …

News
Spiegare l’ouput di una rete neurale? Ci pensa “Activation Atlases” di OpenAI

Riuscire a spiegare perché una rete neurale abbia dato una certa risposta anziché un’altra è uno dei principali problemi di questo genere d’approccio. Finché si tratta di identificare gattini all’interno di fotografie, potrebbe non essere un problema, ma pensate se si trattasse di diagnosticare un tumore oppure di erogare un …

News
UNICT – Machine learning: parte un nuovo corso di studio

Ha preso il via in questi giorni, al dipartimento di Matematica e Informatica dell’Università di Catania, la seconda edizione del corso di studio in Machine Learning tenuto dal prof. Giovanni Maria Farinella e incentrato sulle tecnologie di Deep Learning, oggi considerate alla base dell’Intelligenza Artificiale. Il corso, offerto agli studenti dell’Ateneo, …

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial